Iscriviti è GRATIS!

Non sei registrato? Servizi gratuiti per te, registrati

User(Email): Password:

Password dimenticata?

NewsLetter

Ricevi gratis ricette ed aggiornamenti sul cioccolato

Email: Nome:

si accetta l' informativa sulla privacy

Accetto

Stampo silicone plumcake 30

Vendita Stampo plumcake 30 di grande qualità
Produttore: Silikomart

Stampo plumcake in silicone flessibile e antiaderente 300x100 h 70 mm

Prezzo: €8,28

Regalo al cioccolato

Fai un Regalo diverso dal solito

ChocoCorso

Partecipa al corso sul cioccolato dettagli

Tutti i corsi sul cioccolato

Ultime news

    Attualmente non ci sono news

Speciale gratis

Per scaricare gratis questo speciale iscriviti

Cioccolato in casa?

Scopri i segreti per prepararlo Gratis la nostra guida pratica clicca qui

Home» Il Cioccolato » Il successo del cioccolato » Il successo del cioccolato

Il successo del cioccolato

di Candida Iorio

| mercoledì 16 febbraio 2005


Il successo del cioccolato

E' a cavallo tra il Settecento e l'Ottocento che il cioccolato raggiunge la cima più alta del suo successo...


Il secolo dei lumi ha visto fiorire e svilupparsi in maniera rapida la mania del cioccolato!


Nel Settecento
infatti, vuoi per l'avvicinamento culturale che l'Italia ebbe con le altre nazioni europee, vuoi per il meraviglioso gusto conquistatore del cioccolato, fu diffusa un po' ovunque l'usanza, per i nobili, di consumare una bella tazza di cioccolato a colazione.


Tra il Settecento e l'Ottocento inoltre nacquero i primi "caffé", bar d' èlite insomma, nei quali era solito incontrarsi tra aristocratici o borghesi.


Tra le principali locatità italiane promotrici di questo diffondersi del cioccolato di sicuro un ruolo assai importante fu ricoperto da Torino, la patria del mitico "gianduiotto".


E' naturale che col tempo, la mania del cioccolato scatenatasi tra i cittadini italiani, naturalmente quelli più ricchi, promosse un notevole arricchimento degli "artigiani del cioccolato", parlo appunto dei "cioccolatai", i quali, tuttavia, dovettero subire le accuse da parte dei nobili "istruiti" perchè, per l'appunto, si ritrovavano ad essere ricchi ma ignoranti.


Ben presto però, a cavallo tra Settecento e Ottocento si diffusero, finalmente, le prime fabbriche di cioccolato, come al solito, a Torino, e la prima in assoluto fu la ancora assai rinomata "Caffarel".

Col tempo l'industria italiana del cioccolato, grazie anche all'appoggio di maestri cioccolatai svizzeri, cominciò ad ottenere un evidente successo in tutto il resto del mondo, con impianti quali la "Nestlè", la "Baratti" e tanti altri.



Vuoi approfondire questo argomento? Partecipa al corso
Ne sai di più su questo argomento? Clicca Qui
 
Articoli correlati