Iscriviti è GRATIS!

Non sei registrato? Servizi gratuiti per te, registrati

User(Email): Password:

Password dimenticata?

NewsLetter

Ricevi gratis ricette ed aggiornamenti sul cioccolato

Email: Nome:

si accetta l' informativa sulla privacy

Accetto

Stampo alluminio semisfera 7cm

Produttore: Vespa

Stampo Alluminio semisfera (Parrozzo)7cm.Vespa

Prezzo: €0,77

Regalo al cioccolato

Fai un Regalo diverso dal solito

ChocoCorso

Partecipa al corso sul cioccolato dettagli

Tutti i corsi sul cioccolato

Ultime news

    Attualmente non ci sono news

Speciale gratis

Per scaricare gratis questo speciale iscriviti

Cioccolato in casa?

Scopri i segreti per prepararlo Gratis la nostra guida pratica clicca qui

Home» Ricette al cioccolato » Dolci al Cioccolato » Praline al pompelmo rosa

Praline al pompelmo rosa

di Roberto Puma

| mercoledì 4 febbraio 2009


Praline al pompelmo rosa

Una ricetta inedita di praline al pompelmo rosa dello Chef Roberto Puma.


INGREDIENTI

200 gr. di cioccolato fondente di copertura (50/55%)
 2 tuorli d’uovo
50 g. di zucchero semolato fine
20 g. di amido di mais (maizena)
100 g. di succo di pompelmo rosa
100 g. di panna

PREPARAZIONE DEL RIPIENO

Montare i tuorli e lo zucchero sino a renderli spumosi.

Unire l’amido di mais e aggiungere lentamente il succo di pompelmo rosa precedentemente
filtrato e portato a 80 ° C.

Riportare il composto a circa 80 ° C. e aggiungere la panna.

Cuocere per un 2/3 minuti sino a raggiungere la consistenza desiderata.

Trasferire in una ciotola e lasciare raffreddare. Se desiderate un ripieno non troppo morbido, montate la preparazione per alcuni minuti con la frusta.

PREPARAZIONE DEL CIOCCOLATO  PER LA PRALINA

Temperate il cioccolato di copertura e riempire gli stampi. Lasciare raffreddare qualche minuto ed eliminare il cioccolato in eccesso.

Con una tasca da pasticcere inserire all’interno il ripieno raffreddato.

Ricoprire lo stampo con il resto del cioccolato temperato ed eliminare l’eccesso con una spatola.

Lasciare raffreddare e smodellare.


fonte: Si ringrazia lo Chef Roberto Puma
Vuoi approfondire questo argomento? Partecipa al corso
Ne sai di più su questo argomento? Clicca Qui
 
Articoli correlati