Iscriviti è GRATIS!

Non sei registrato? Servizi gratuiti per te, registrati

User(Email): Password:

Password dimenticata?

NewsLetter

Ricevi gratis ricette ed aggiornamenti sul cioccolato

Email: Nome:

si accetta l' informativa sulla privacy

Accetto

30 occhietti in zucchero 3d

Produttore: Decora

Con questi occhietti potrai decorare le tue dolci creazioni. 30 occhietti di 3 misura 1 -1,5 - 2 cm

Prezzo: €3,07

Regalo al cioccolato

Fai un Regalo diverso dal solito

ChocoCorso

Partecipa al corso sul cioccolato dettagli

Tutti i corsi sul cioccolato

Ultime news

    Attualmente non ci sono news

Speciale gratis

Per scaricare gratis questo speciale iscriviti

Cioccolato in casa?

Scopri i segreti per prepararlo Gratis la nostra guida pratica clicca qui

Home» San Valentino » Amore e cioccolato » San Valentino

San Valentino

di Anna Piscopo - Coord.Edit. di A.Guadagni

| lunedì 13 febbraio 2012


San Valentino

Quali sono le origini della festa di San Valentino e perché si regalano proprio dei cioccolatini?


San Valentino è la festa di tutti innamorati ed è usanza in questo giorno scambiarsi regali e scatole di cioccolato o cioccolatini.
Ma quali sono le origini di questa festa e perché si regalano proprio dei cioccolatini?

San Valentino si festeggia il 14 febbraio ed ha origine dal santo di Terni che morì lapidato proprio in questo giorno nel 269. La leggenda narra che San Valentino,vescovo all'epoca dei romani, fu condannato a morte dall'imperatore Claudio II perchè aveva unito in matrimonio giovani coppie senza il suo consenso. Un’altra versione racconta invece, che l’imperatore Aureliano ordinò le persecuzioni contro i cristiani durante le quali San Valentino fu imprigionato ed in seguito flagellato lungo la via Flaminia.
San Valentino è diventato in seguito il patrono degli innamorati perché fu il primo religioso a celebrare l’unione fra un pagano e una giovane cristiana e fu, inoltre, scelto dalla Chiesa come santo protettore delle coppie. Secondo un’altra versione Valentino si sarebbe innamorato della giovane figlia cieca di un guardiano durante la sua prigionia. Sembra inoltre che le avesse ridonato la vista e che le avesse lasciato un messaggio di addio:
“Dal tuo Valentino”, frase che in seguito è divenuta sinonimo del vero amore.

In quest’occasione si regala il cioccolato perché in passato era raro da trovare dato che arrivava dalle lontane terre dall'America del Sud. Per questo motivo era molto costoso ed era considerato una cosa preziosa. Il cioccolato, inoltre veniva visto come un qualcosa di magico, come una vera e propria pozione d’amore. Per questo ancora il 14 febbraio gli innamorati si scambiano scatole di cioccolatini giurandosi eterno amore!
La tradizione occidentale vuole che il giorno di San Valentino siano le coppie a regalarsi i cioccolatini ma in Giappone non è così. Qui le giovani ragazze comprano cioccolatini per i propri uomini.
Il plurale è dovuto al fatto che non si regalano solo a fidanzati, mariti o innamorati ma a tutti gli uomini che si conoscono e che in qualche modi fanno parte della vita di queste fanciulle.
I giapponesi hanno creato diversi tipi di cioccolato da regalare in base al sentimento che lega la ragazza all’uomo che riceve il dono:

Esiste il cioccolato del "dovere" (Giri Choko), quello da regalare all’amico (Tomo Choko) e quello da donare all’uomo "prescelto" (Honmei Choko, "Honmei" che significa proprio prescelto o vincitore). Esattamente dopo un mese, quindi il 14 marzo, coloro che hanno ricevuto cioccolatini in dono ricambieranno con del cioccolato bianco accompagnato da altri regali preziosi.


fonte: www.alcioccolato.com
Vuoi approfondire questo argomento? Partecipa al corso
Ne sai di più su questo argomento? Clicca Qui